Pagina prodotti

Religioni tra pace e guerra

Il sacro nelle relazioni internazionali del XXI secolo

In seguito all’affermazione dell’ordine internazionale westfaliano, la religione è stata confinata ai margini della disciplina delle relazioni internazionali, che, pure per questo, è stata definita come la più secolarizzata o la più occidentale delle scienze sociali. Per lungo tempo gli studiosi del settore non si sono occupati, se non marginalmente, del fenomeno religioso. Le cose però, a partire dalla metà degli anni Settanta, hanno cominciato a cambiare. Per effetto di una lunga serie di eventi – dalla guerra civile in Libano, alla rivoluzione khomeinista in Iran, dalla guerriglia islamica contro l’Armata Rossa in Afghanistan, all’affermazione del sindacato di Solidarnosc in Polonia, dalle sanguinose guerre civili nella ex Jugoslavia e in Algeria, all’esplodere di contrasti e conflitti con connotazioni anche religiose in diverse aree dell’ex blocco sovietico – l’influenza esercitata dalla religione sulla politica si è fatta sempre più palese, riportandola al centro del dibattito teorico.

Autore: Coralluzzo Valter - Ozzano Luca (a cura)
Anno: 2012
ISBN: 978-88-6008-381-4
Num. Pagine: 272
Editore: Utet Università

Prezzo: 23.00€
19.60€Prezzo:
Loading Aggiornamento carrello...